Due di due

“Lo so come ti senti. E’ come essere dietro un vetro, non poter toccare nulla di quello che vedi. Ho passato tre quarti della mia vita chiuso fuori, finchè ho capito che l’unico modo è romperlo. E se hai paura di farti male prova a immaginarti di essere già vecchio e quasi morto, pieno di rimpiati.”

Ho trovato in casa “Due di due” un libro che mi ripropongo di leggere da quando avevo letto “Uccelli da gabbia e da voliera”, sempre di Andrea de Carlo. Queste sono parole di Guido rivolte a Mario la cui amicizia è ancora sul principio, ma già formata.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in libri. Contrassegna il permalink.

5 pensieri su “Due di due

  1. cazzo ebu,
    tutti tra i 15 e i 18 anno letto “due di due”
    non farlo se nn lo hai ancora fatto,
    puoi ancora salvarti,
    guarda io come mi sono ridotto….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...